Cerca
  • Libereria

FOTOFINISH di Marco Zanni

Fotofinish. Erba grigia calpestata

Ceneri fredde sul pavimento

Mobili bruciati nel camino

Una campana di ottone fa ancora il suo lavoro

Jamie Vardy è l'eroe della working class

Filtro l'aria da una maschera antigas

Particelle velenose fumo tossico rifiuti

Non c'è luce da una settimana il palazzo è abbandonato

Io con un fiore in mano tu non molli il tuo revolver

Coperte sporche per la notte obiezioni religiose

Cibo in scatola e fantasmi vecchi non ci lasciano dormire

Il vento cancella le tracce dalla strada al pianoterra

Mucchi di rifiuti, non si muove nulla da un mese o poco più

Il pavimento corroso dall'acido di batterie

Tu che ti togli la maschera e ti fai aria con la copia di un giornale ancora intero

Io provo a leggere la Bibbia con una torcia mezza andata

Non c'è verso di convincerti le cose davvero come stanno.

Abbiamo sbagliato tutto ma siamo ancora vivi.

Non smettere di parlarmi. Ho il dovere di proteggerti.

Siamo vivi. Io e te soli. Fino a qui va tutto bene.

73 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

POESIA DI LATO di Stefania Rossi

Non lo so... So cosa non può essere Non sono io Non è l'alba Non è nemmeno nelle foglie d'autunno Non è il viso carico di mia madre Non è nelle cose che non ho Non è un bambino che gioca alla guerra N

NVS181 di Alessandro Mazzà

Chi vede scrive e consuma chi ha visto ha negato ogni altra vista futura come di cosa detta verità trovata intoccabile come di spiaggia dataci senza orme perché cambiasse

PACE di Sandra iai

Non c'è modo di parlare di morte se non da vivi non posso parlare di vita se non da morta quanta pace occorre per poter parlare ma è solo quando mi trovo all'inferno che riesco veramente a scrivere

© 2017 Libereria