Cerca
  • Libereria

GIORNO di Valentino Picchi Hechìzo

Ti racconto come

l'indecisione del mattino

ti dipingeva il volto

consegnandoci le chiavi

segrete del giorno

con la matematica

del vento

scritta negli occhi

recitando parole in cui,

scambiandoci un'eclissi

fra antidoto e veleno,

fioriva l'oro del tempo

ed eravamo

lì da sempre i

giovani spiriti del fiume

ma esperti, abituati

all'immobilità del movimento

al silenzio del rumore

all'indecifrabile noi.

41 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

SCRIVO PERCHÉ… di Mariateresa Scionti

Scrivo perché mi pesa il cuore, perché le parole, a volte, martellano così forte da farsi strada prepotentemente e gettarsi sulla carta. Scrivo perché è l'unico modo che ho per stringerti e respirarti

NVS219 di Alessandro Mazzà

Il mio destinatario passeggero eterno offre l’ascoltatore che ha in sé Così queste parole e non queste nascevano per farsi dire Sono finte pagine ma le pagine prenderanno un tradimento in affidamento

LOTTA di Sandra Iai

Quell'onda impetuosa che a volte mi afferra mi trascina in angoli inesplorati della mia mente Malata è la comunicazione parole distorte di ingiustificata superbia arrivano al mio orecchio Annaspo e lo