Cerca
  • Libereria

I FIGLI DI NESSUNO di Michela Gallo

Dimenticati, abbandonati,

lasciati lì in fondo al tunnel 

dove luce non c'è più

in quel baratro di emozioni dimenticate, soffocate,

nascoste lì in mezzo alla folla


due occhioni azzurri mi guardano impauriti...

allungo la mano per accarezzarle il viso

e all'improvviso sparisce


io spaventata da ciò che è successo

esco sbattendo la porta

cercando di dimenticare i figli di nessuno

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

DA "IL GRANELLA E I PICCIRILLI" di Sebastiano Privitera

(riduzione e adattamento di una novella di L. Pirandello) … Tinino: -(falsamente umile) Perdoni, signor avvocato... mi potrebbe spiegare come si formano le nuvole? Zummo - (c.s.) Come si formano le nu

VRAD=G'AN di Gianluca Sonnessa

Abbiamo sbloccato lucchetti usando la stessa chiave Per scoprire che non c'erano porte chiuse, anzi, non esistevano le porte o lucchetti. Ma esistono le chiavi. Le briciole si sono trasformate in Doma

NVS201 di Alessandro Mazzà

Prepara l’esperienza che non te ne aggiungerà mettici l’accoglienza e la paura cosmica della novità mettici il lievito sbagliato salutare della partecipazione mettici la passione che ti sporca la pass