top of page
Cerca
  • Libereria

IL MIO PASSO LIEVE di Majlinda Petraj

All'angolo del divano

stringendo 'me',

teniamo lunghe conversazioni.

Com'era la mia vita

prima che fosse davvero mia.

Perché non mi trovavo

e cercandomi

m'ero persa di nuovo.

Da poco

la mia interezza

m'ha colpito così forte

da diventare frammentata.

Lo spazio assaporando la mia essenza

fece posto al mio nuovo esistere.

Mi resi conto di brillare

ebbi timore di bruciare superfici

dove poggiavo mani

dove sfioravo volti.

Trattenni dentro l'eterno

mischiandomi con la folla

sentendo la gravità

evitando la collisione.

Leggero il mio passar fra tanti

non essendo nessuna

ma unica,

come una foglia irripetibile.

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st

bottom of page