Cerca
  • Libereria

IL SEGNO DELLA TUA PRESENZA di Luigi Costantino

Ancora una volta un pensiero mi sfiora... in alto, tra le nuvole una carezza mi raggiunge. Ogni momento di pace

è il segno della tua presenza. Questo tuo parlare è muto ma non importa:

interi discorsi posso ascoltare con le orecchie dell'anima. Posso vedere i tuoi occhi:

cambiano forma ogni giorno. Mi sento osservato da un fiore

o dai colori di un tramonto:

sei sempre tu che mi guardi. Tu sei l'esempio costante, la quotidiana dimostrazione di una bellezza che non accenna a svanire.

41 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

NVS164 di Alessandro Mazzà

I poeti che invecchiano hanno una lunga stagione finale Hanno capito finalmente tutto della vita ammettono anche me al loro circolo dove continuo a non salutare nessuno Fuori c'è il mondo di fuori al

RIPOSO di Sandra Iai

Lascia andare per quanto ti sforzi per quanto tenti di serrare le dita l'acqua scorre e riuscirà a passare Lascia perdere i tuoi pensieri ti torturano la rabbia per le ingiustizie ti impedisce un sonn

© 2017 Libereria