Cerca
  • Libereria

IMPRONTE di Sandra Iai

C'è un cuore che circonda il mio anulare

prova che non mi sono mai arresa

nemmeno quando tutto mi diceva

che l'onda a volte abbraccia una tempesta


e chiuder gli occhi dentro un mare calmo

è sempre meglio che affrontare il vento

ma c'era il tuo visino lì a guardarmi

e le tue braccia sempre da salvare


così ogni giorno mi facevo forte

e l'ombra mia ti proteggeva i passi

e quei tuoi piccolissimi piedini

che un tempo eran cresciuti dentro me


ora che è la tua ombra a sovrastarmi

dovrai sorregger la mia nostalgia

perché non sento più quella vocetta

che chiama la parola più importante


vai vola e non guardare mai il passato

ché di avventure ne verranno tante

portami solo nella tua valigia

e guardami dall'alto del tuo volo


un giorno mi raggiungerai sul molo

di una poesia di barchette di carta

con versi di Wislawa e di viandanti

che impronte han tatuato sulla strada


allora non fermarti e vai avanti

e porta con te l'arte dei tuoi avi

ti aiuteranno a fare un sogno vero

di quelli che fa solo chi dormire

sa

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof