Cerca
  • Libereria

INFERNO di Alessandra Muzzini

Che ci piaccia o no

ognuno di noi ha una parte oscura.

Magari, per certi versi,

anche affascinate,

ma sicuramente buia e potente.

Il pericolo, non riconoscendola o non accettandola,

è che lei possa farci del male.

Come un animale selvaggio,

non potrà mai essere del tutto addomesticata

perché l’istinto avrà sempre

la meglio prima o poi.

Così, ho imparato a camminarci accanto.

Qualche volta diventa anche mia complice.

Perché ricordati, anche l’essere più angelico, in fondo,

ha desiderato almeno una volta

il caldo e le fiamme dell’inferno.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

I tuoi capelli che scendono a croce decidono il confine cancellabile fingendo contro altezze steccati disegnati mentre tutta in moto acceso mi avverti in basso con la curva di due scalini che invadono

Ma non guardarti è sprecare un buon tempo come non poter raggiungere il mare arrendersi alle dune se le palpebre abbandonano i sogni Ma non ascoltarti toglie ogni senso a questo viaggio con le ruote c

Dimoro tra pigne di vestiti consumati. Ostaggio del colore del vuoto e del profumo rimasto tra le fibre. Non vorrei donare a questi involucri la fragilità del mio corpo. Non vorrei fasciarmi in doni p