Cerca
  • Libereria

INGENUA ARMONIA di Giacomo Rossi

Mi sarebbe piaciuto prima d'ogni vespro

riposare l'anima sognando su quei capelli,

quel manto di seta degno di vestir la notte,

le stelle magnifiche che l'uomo invano insegue.


Mi farà prender fiato nel tempo silente

quel sorriso s'una vecchia foto ch'è rimasto

immutato, ingenua armonia del passato,

che come un astro, così remoto


illumina tuttavia quel pescatore di sogni

che l' vide riflesso nel lago immoto

e lo seguì naufrago cercando il cielo.


Perché ci innamorano, mi chiederai... piccola mia...

la vita è un gioco senza regole, saprai,

ch'amore dona e poi ruba ogni respiro.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof