Cerca
  • Libereria

INGRESSO GRATUITO di Doria Tacchia

Piano piano si definiscono i contorni a evidenziarne i contenuti

Allineati come pastelli colorati in una scatola stinta

Gli anni trascorsi a voltarmi indietro per rassicurarmi di averli vissuti.

Nella mia tasca sinistra una pallina di vetro blu, a destra una mano fredda a riscaldarsi.

Sorrido e con la lingua provo ad incontrare il naso, che ricorda i profumi di neve e di legna bruciata, e gira nel cielo la ruota delle meraviglie, tocca terra e di nuovo su, tra sogni e nuvole bianche.

Le fografie sbiadite appese ai muri pallidi di questa stanza, conducono voci silenziose che dimorano nelle mie profondità.

Sui marciapiedi d'asfalto qualche filo d'erba e un fiore giallo mi dimostrano la caparbietà della vita, 

Mi sento fortunata spettatrice di uno spettacolo che mi accompagna, le sedie del teatro ancora vuote, nessuno sa che lo spettacolo è già iniziato... l'ingresso è gratuito

30 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i