Cerca
  • Libereria

INVIOLABILE di Giacomo Rossi

Vi son giorni di sole, di sole e non,

in cui per qualche momento v'è una pace d’incanto


son istanti di vita breve, una farfalla

ma molto più leggeri, una piuma


e niuno sulla terra o altrove osa violarli

non la rosa e le sue spine

né le spire del serpente

e quasi pare c'anche ogni male del presente

si plachi in questo sacro tempo

come tutti a mirar il breve miracolo


v è un inviolabile silenzio

tutt' attorno a racchiuder questo momento

il cielo s'è ormai aperto

ad accoglierlo questo silenzioso canto


si ferma il vento ormai stanco

di girar a tormentare il mondo

che troppo crudel gli pare

di attraversar la nuova quiete

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof