Cerca
  • Libereria

LA PAROLA È SPECULAZIONE di Alessandro Mazzà e Gianluca Sonnessa

- Guardo da sempre la luna per sapere se è vera

+ La luna dice che sono vero

- Chi può capire l’ha già fatto e non sarà d’aiuto

+ Chi non ha capito credeva d'essere avanti di un passo

- I sensi ci ingannano perché è la realtà che ci inganna

+ La realtà cerca di trovare il suo senso leggendo le pagine bianche

- Io e le cose siamo due diversissime famiglie di disordine

+ Il numero non scritto ai loro piedi le descrive come conseguenti

- Tutta questa vita parla di cose semplici alle anime semplici

+ La sua parte silenziosa è nido per le risposte

- Ma poi ha bisogno di un pazzo per trovare lingue

+ Un pazzo che continua a leggerle ad alta voce

- O almeno qui tra le mie pagine è così che si dice

+ "Il pazzo è l'unico a non accontentarsi"

- Ma anch’io non sarei che voce di un semplice poi scappato

+ Io scappato dalla voce semplice che non sarei stato

- Un gabbiano proprio sopra la luna passa e ride senza saperlo

+ La luna sorride al passaggio del mio sguardo sul gabbiano

- Mentre un clacson m’impedisce di immortalarlo andando a capo

+ Mancano ancora infinite frasi incapaci di descrivere quel suono

32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SUL PRATO DELLA GIOIA di Sandra Iai

Quando inclinando il capo mi sorridi e mi scruti con i ruscelli agli angoli degli occhi la mia vita si inonda di luce Sei il colore dei miei giorni la rugiada sui miei petali le ali dei miei pensieri

NUMERI di Alessandro Mazzà

Ena questo (noi prima e pronti) Dva incontro di questo e di questo (noi eravamo qui) Tri nascita del plurale dal duale (noi abbiamo creato e fuso e moltiplicato) Katvar costruzione del quadrato (noi a

STAGIONI di Alessandra Bloise Diana

Nel bisbiglio del sole, lì, seduto, guardando la vita giocare, a domandarsi dove sia andato tutto il resto di essa. Intuizione di fertilità e di esistenza che si trasmette nella normalità della contin