Cerca
  • Libereria

LA PAROLA È SPECULAZIONE di Alessandro Mazzà e Gianluca Sonnessa

- Guardo da sempre la luna per sapere se è vera

+ La luna dice che sono vero

- Chi può capire l’ha già fatto e non sarà d’aiuto

+ Chi non ha capito credeva d'essere avanti di un passo

- I sensi ci ingannano perché è la realtà che ci inganna

+ La realtà cerca di trovare il suo senso leggendo le pagine bianche

- Io e le cose siamo due diversissime famiglie di disordine

+ Il numero non scritto ai loro piedi le descrive come conseguenti

- Tutta questa vita parla di cose semplici alle anime semplici

+ La sua parte silenziosa è nido per le risposte

- Ma poi ha bisogno di un pazzo per trovare lingue

+ Un pazzo che continua a leggerle ad alta voce

- O almeno qui tra le mie pagine è così che si dice

+ "Il pazzo è l'unico a non accontentarsi"

- Ma anch’io non sarei che voce di un semplice poi scappato

+ Io scappato dalla voce semplice che non sarei stato

- Un gabbiano proprio sopra la luna passa e ride senza saperlo

+ La luna sorride al passaggio del mio sguardo sul gabbiano

- Mentre un clacson m’impedisce di immortalarlo andando a capo

+ Mancano ancora infinite frasi incapaci di descrivere quel suono

34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st