Cerca
  • Libereria

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio

batte ritmicamente

sull'asfalto bagnato

nella notte della città


Il fascio di luce dei fari

di una vecchia utilitaria

illumina le goccioline

sollevate dall'impatto


Seduta sul gradino

di un marciapiede

aspetto che passi la mia vita

con il suo sipario che attende

di poter calare


Quante parole rimarranno sospese

su quelle goccioline

mai abbastanza trasparenti

da potermi mostrare la strada

per arrivare ai tuoi occhi


Le mie inutili

patetiche lacrime

si confonderanno con quelle

appena piovute dal cielo


E la sera è sempre

troppo luminosa

per poterti rimboccare

le coperte

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof