Cerca
  • Libereria

LINEE IMPERFETTE di Stefania Rossi

Ingarbugliati

Gli occhi

Come matasse

Intricate

Guardano lontano

E colori di piccoli

Arcobaleni quotidiani

Disegnano linee

Troppo imperfette

E sogni restati

Lì a sospendere fili

Non tornare

Paura di volare

Io sorvolerò mari

Per trovarti

E sentire quel vento

Una immensa distesa

Di aria

Profumata di te

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

I tuoi capelli che scendono a croce decidono il confine cancellabile fingendo contro altezze steccati disegnati mentre tutta in moto acceso mi avverti in basso con la curva di due scalini che invadono

Ma non guardarti è sprecare un buon tempo come non poter raggiungere il mare arrendersi alle dune se le palpebre abbandonano i sogni Ma non ascoltarti toglie ogni senso a questo viaggio con le ruote c

Dimoro tra pigne di vestiti consumati. Ostaggio del colore del vuoto e del profumo rimasto tra le fibre. Non vorrei donare a questi involucri la fragilità del mio corpo. Non vorrei fasciarmi in doni p