Cerca
  • Libereria

LUSSURIA di Roberto Stasolla

Avrei potuto dirti Sono geloso di te Perché soffri con altri E sei felice Con sofferenza

E non con me

E invidio sempre Chi t'ha sfiorata La nuca il dito La spalla curva E liscia e chiara E ti ha guardata In fondo agli occhi Con gli occhi ti ha parlato Negli occhi il cuore Ti ha disvelato

Vorrei baciarti Con gli occhi Amore O mai farlo davvero Con sguardo sincero

Cingendoti piano Sino a stringerti

Dolcemente

Vicina Vibrante

Gelosia

Avrei potuto dirti ​Ma non ti ho detto

Mancato il fiato

L'ho custodito Serrando piano

Scrigno sincero serbato Sguardo sincero smarrito

Con perfidia E l'ho rapita

Invidia

Non l'ho vissuta L'ho tradita Ed è sparita

Lussuria

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof