Cerca
  • Libereria

MADRE di Lorena Giardino

Sei sempre lì, nei miei pensieri, nei mei ricordi, nei miei sogni.

Lì, tra frammenti di immagini passate che dolcemente mi struggono il cuore.

Lì, dove basta chiudere gli occhi per poterti stringere a me, per accarezzare piano il tuo volto smagrito, per tenere le tue mani tra le mie.

Sono lo scrigno dei tuoi ricordi.

Li tengo dentro di me, stretti stretti al cuore, perché so che tu non puoi farlo.

Li voglio custodire come un tesoro prezioso, lo farò sempre, lo farò per te.

E così continuo a sfogliare vecchie foto, mentre i giorni si susseguono e il mondo sembra impazzito.

E così continuo ad attendere mentre ogni minuto, ogni ora, ogni giorno, mi strappano via pezzetti di te.

Sono lo scrigno dei tuoi ricordi, e sarò sempre dentro il tuo cuore.

E così continuo a maledire il destino,

che pur senza portarti via da noi

ha portato noi tutti via da te.

Quel destino capriccioso dispotico intransigente,

quel destino che a colpi di spugna cancella i nostri volti dalla tua mente.

Sono lo scrigno dei tuoi ricordi e sono dentro di te, così come, madre, tu sarai sempre dentro di me.

36 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i