Cerca
  • Libereria

NELLA FRAGILE DONNA di Stefania Rossi

Se il tempo potesse guardarti

ti troverebbe che scendi le scale di corsa

tu e la tua borsa piena di cose 

Io ti guarderei davanti alla mia porta di casa 

mentre porto fuori pezzetti di me 

Se il tempo potesse liberarti 

ti vedrei sorridere mentre scendi tranquilla 

con il tuo vestito a fiori

attaccato al tuo corpo di donna 

mentre saluti la vita che arriva di fretta 

Se il tempo potesse cambiarti

io non lo farei 

Sei bella con gli occhi di un giorno di novembre

nel tuo essere contro le cose che hai

Se il tempo potesse amarti 

lo farebbe con rabbia 

E tu lo ameresti 

di più 

per farti vedere più forte 

nella fragile donna che sei

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS195 di Alessandro Mazzà

La seria entità convenzionalmente individuabile nella particella complessa d’energia mutevole per uno dei suoi più noti transiti denominata A.M. ha lasciato meno faticosamente di quanto appare il corp

ORATIO di Sandra Iai

Chi mi restituirà quest'attimo unico irripetibile che sta fuggendo via? Mentre scrivo preziosi istanti come acqua limpida scivolano tra le mie dita E quando il mio sguardo è puntato al domani e gli oc

SPECCHIO di Majlinda Petraj

Poso a terra il carico di fango, sassi e vestiti da cerimonia e mi siedo al centro di Me aspettando. La 'bambina' titubante dondolando sui suoi passi s'avvicina, si siede di fronte. Ci guardiamo. Guar

© 2017 Libereria