Cerca
  • Libereria

NOI di Marta Bandi

Mischiati tra la folla,

Siamo due narratori distanti e silenti

Di un racconto che ci accomuna.

Era tutto reale

Come l'acqua che disseta

E allo stesso tempo

Immaginario

Come la favola della sera.

Più volte abbiamo allungato la mano

Per afferrare quell'alito di vento

Che ci sibilava intorno,

Ma ogni volta che stavamo per farlo,

Svaniva come un sogno all'alba. 

Non scriverò parole

Rubandole al racconto che è in noi,

Non le fisserò sulla carta

Donando loro l'eternità 

E una parziale verità...

Mancherebbero le tue parole

Mancherebbe la tua nostalgia.

Le terrò chiuse in un angolo

E quando vorranno uscire, 

Ascolterò il suono del ricordo,

Sola, ad occhi chiusi.

42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof