Cerca
  • Libereria

NVS232 di Alessandro Mazzà

Scriviti la canzone che vuoi sentire

solo la canzone tua sarà la canzone perfetta tua

sputa in faccia a me che scrivo questa

non devi voler bene alla mia

vattene subito via da qui

se mi ascolti non ascoltarmi

smetti di dirmi bravo grazie hai trovato la lingua

come se io l’avessi fatto per te

non avrei neanche potuto perché non sei intero

e non mi stai dicendo tutto

e non mi stai dicendo per esempio

che avresti cambiato comunque alla canzone mia

quella parola o quel verso

che avresti cambiato comunque la canzone mia

adesso vai e abbi responsabilità

perché anch’io sto aspettando la canzone tua

che sarà buona compagna della canzone mia

non buona per te

ma non sarà buona per me

che voglio essere buon compagno tuo

come di tutti i maestri

e di nessun allievo

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof