Cerca
  • Libereria

OCCHI DI MARZO di Stefania Rossi

Ho gli occhi di marzo

Piagnucolo spesso

Dentro i miei non lo so

Eri qui ma non è lo stesso

Dipendo da tutti temporali

Mi svesto di mai

Forse adesso

Preferisco i miei posso

O non posso

Ti aspetto

Ho gli occhi di marzo

Nonostante il mio rosso

Vesto di nero

Mi aiuta gettarmelo addosso

Mi guardo pensante

In specchi rotanti

Aiutami a scrivere dei versi

Brillanti

Sia terra che mare

Disegna il mio viso

Che è fatto di piccoli rammendi

Di cieli.

Di quelli piovosi

Lasciati lontano

Che insegnano al mondo

Pezzetti di tiamo

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st