Cerca
  • Libereria

OMBRA di Marco Domenico Grastolla

Questo inchiostro cangiante

che mi segue strisciando,

come fosse perennemente

in agguato, in silenzioso

comportarsi copia i miei passi.

S'allunga, si stira, sguscia

tra pali e ruvidi muri;

s'acquatta, si ritira, svanisce

tra siepi e crepe profonde.

All'ombra basta la più flebile

luce per destarsi,

e io non posso camminare con passo sicuro nell'ora più buia senza più d'una luna nel cielo. Credo resterò ancora per poco qui, tra i miei pensieri e uno spettatore nero e taciturno: presto torneremo a casa, e tra pareti color pece ci annulleremo insieme nel sonno.

23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS229 di Alessandro Mazzà

Perché ho in testa una canzone? Non è veramente nella mia testa mi sta dicendo cos’è una testa Cos’è una canzone? È la figlia e la madre della musica e non è una risposta e non è una risposta questa O

SENZA TITOLO di Jans Illusion

Nel mio mondo ormai artefatto Lei non appare mai e si naviga nel tormento.

IL VOLO DEI GABBIANI di Sandra Iai

Strappami dalle grinfie del mondo il volo dei gabbiani dice che hai la forza per farlo Solleva quest'involucro dalla cera che cola da questa pozza di sangue creata dal pensiero Afferra i miei polsi e