Cerca
  • Libereria

OTTOBRE di Noemi Agostino

Un passero muto

si poggia

su madido ramo di pino


d’improvviso si desta

canta melodioso

e attarda

il sentimento penoso

ed ebbro di vino.


Scroscio di pioggia

a dirotto

bussa sui timpani stanchi,


non odo

le delicate corde di violino

soggiogare l’aria

e questi sensi insipidi e manchi.


Non posseggo l’udito,

l’ardito canto

è dunque

mai esistito?

40 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS229 di Alessandro Mazzà

Perché ho in testa una canzone? Non è veramente nella mia testa mi sta dicendo cos’è una testa Cos’è una canzone? È la figlia e la madre della musica e non è una risposta e non è una risposta questa O

SENZA TITOLO di Jans Illusion

Nel mio mondo ormai artefatto Lei non appare mai e si naviga nel tormento.

IL VOLO DEI GABBIANI di Sandra Iai

Strappami dalle grinfie del mondo il volo dei gabbiani dice che hai la forza per farlo Solleva quest'involucro dalla cera che cola da questa pozza di sangue creata dal pensiero Afferra i miei polsi e