Cerca
  • Libereria

PARASSITA di Roberto Stasolla

Io non sono me

Sono solo un parassita

Di me stesso

Sono dunque mie

Queste parole

O sue

Che mi ha ospitato?

Ma davvero non gli ho dato nulla?

Che mi vorrebbe morto

Che smettessi di parlare

Di provare le emozioni

Dei sentimenti

Mi chiama ego

Ma davvero sono io

A parlare?

Non vuol più darmi da mangiare

Elision di castrazione

Ma io non sono un parassita

Sono solo una funzione

Uno strumento

Traduttore simultaneo di concetti

In parole

Interprete privato

Intelligente

Originale

In buona parte

Di me stesso

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof