Cerca
  • Libereria

PAROLE ATTACCATE AL DOLORE di Stefania Rossi

Ho sentito

Un battito d'ali

Un rumore discreto

Uno sguardo dal vuoto

Eri tu che chiamavi

Che seguivi ogni mio

Piccolo istante

Tu che sei mare

Che agiti tempeste

Bagni pensieri

Tienimi con te

Io terra distratta

Sperduta strurusa

Non ho più

Sentieri da esplorare

Sono rabbiosa

Cerco parole

Attaccate al dolore

Cerco ragioni

Per sostenere perdoni

Lascio catene

E facili orgogli

Non ho più appigli

Ne stupidi imbrogli

Eri un racconto

Nascosto nel buio

Uno gnomo nel bosco

Di giorno

Ero io che inseguivo

Un bel sogno

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SCRIVO PERCHÉ… di Mariateresa Scionti

Scrivo perché mi pesa il cuore, perché le parole, a volte, martellano così forte da farsi strada prepotentemente e gettarsi sulla carta. Scrivo perché è l'unico modo che ho per stringerti e respirarti

NVS219 di Alessandro Mazzà

Il mio destinatario passeggero eterno offre l’ascoltatore che ha in sé Così queste parole e non queste nascevano per farsi dire Sono finte pagine ma le pagine prenderanno un tradimento in affidamento

LOTTA di Sandra Iai

Quell'onda impetuosa che a volte mi afferra mi trascina in angoli inesplorati della mia mente Malata è la comunicazione parole distorte di ingiustificata superbia arrivano al mio orecchio Annaspo e lo