Cerca
  • Libereria

PAROLE ATTACCATE AL DOLORE di Stefania Rossi

Ho sentito

Un battito d'ali

Un rumore discreto

Uno sguardo dal vuoto

Eri tu che chiamavi

Che seguivi ogni mio

Piccolo istante

Tu che sei mare

Che agiti tempeste

Bagni pensieri

Tienimi con te

Io terra distratta

Sperduta strurusa

Non ho più

Sentieri da esplorare

Sono rabbiosa

Cerco parole

Attaccate al dolore

Cerco ragioni

Per sostenere perdoni

Lascio catene

E facili orgogli

Non ho più appigli

Ne stupidi imbrogli

Eri un racconto

Nascosto nel buio

Uno gnomo nel bosco

Di giorno

Ero io che inseguivo

Un bel sogno

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof