Cerca
  • Libereria

POCHE STRADE AFFOLLATE di Carmen Sabato

Raccogli tutti i tuoi ricordi in una piccola valigia per la fuga al contrario.

Segui il binario dal senso opposto.

Senti l'odore corposo delle terre che tutti abbandonano.

Guarda il margine del famigerato confine mai visitato da nessuno, guarda come si estende

all'orizzonte.

Poche strade affollate e troppe steppe selvagge emarginate dal gusto comune.

Vi sono falchi fuggiti dalle gabbie

volano nella radura arida e folta

Scappano alla vista d'ogni creatura

che sembra dal mondo troppo coinvolta.

Piangono sulle cime più alte la profonda solitudine e conoscono l'amaro della libertà.


Conoscono il sacrificio di riconoscimento insaziabile della propria identità.

Per essere falco la radura è sola possibilità.

30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st