Cerca
  • Libereria

RICORDI di Alessandra Bloise Diana

Il cielo era tinto vermiglio

striature come pennellate frugali

a coprire nuvole di zucchero filato

- le avresti mangiate volentieri


Da lì si vede il mare

un monte che si tuffa

e campi aperti

e spazio per la tua libertà


Invece qui c’è un grande vuoto

un insopportabile rimbombo

il sentore di te


Ingannati da un tempo che non ci è più dato

ci voltiamo

Intatta sei ancora qui

25 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

NVS164 di Alessandro Mazzà

I poeti che invecchiano hanno una lunga stagione finale Hanno capito finalmente tutto della vita ammettono anche me al loro circolo dove continuo a non salutare nessuno Fuori c'è il mondo di fuori al

RIPOSO di Sandra Iai

Lascia andare per quanto ti sforzi per quanto tenti di serrare le dita l'acqua scorre e riuscirà a passare Lascia perdere i tuoi pensieri ti torturano la rabbia per le ingiustizie ti impedisce un sonn

© 2017 Libereria