Cerca
  • Libereria

RICORDI di Alessandra Bloise Diana

Il cielo era tinto vermiglio

striature come pennellate frugali

a coprire nuvole di zucchero filato

- le avresti mangiate volentieri


Da lì si vede il mare

un monte che si tuffa

e campi aperti

e spazio per la tua libertà


Invece qui c’è un grande vuoto

un insopportabile rimbombo

il sentore di te


Ingannati da un tempo che non ci è più dato

ci voltiamo

Intatta sei ancora qui

26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS229 di Alessandro Mazzà

Perché ho in testa una canzone? Non è veramente nella mia testa mi sta dicendo cos’è una testa Cos’è una canzone? È la figlia e la madre della musica e non è una risposta e non è una risposta questa O

SENZA TITOLO di Jans Illusion

Nel mio mondo ormai artefatto Lei non appare mai e si naviga nel tormento.

IL VOLO DEI GABBIANI di Sandra Iai

Strappami dalle grinfie del mondo il volo dei gabbiani dice che hai la forza per farlo Solleva quest'involucro dalla cera che cola da questa pozza di sangue creata dal pensiero Afferra i miei polsi e