Cerca
  • Libereria

SETE D'AMORE di Sebastiano Privitera

La porta socchiusa

All’alba che sorge

È solo un’offesa

Al sole che porge

La luce nel cuore

La gioia latente

Il dolce tepore

D’amore rovente

Apri, coraggio, non esitare

Non far la nube avvicinare


La sete d’amore

Che m’arde la gola

È come il rumore

Di un’ape che vola

E come l’insetto

In cerca del fiore

Si placa scommetto

Se m’offri il tuo cuore

Scopri con me la poesia

Che accompagna un vero amore

Quell’uscio s'è aperto

Un forte bagliore

M’avvolge coperto

Di solo pudore

Un’onda di mare

Che corre schiumosa

S’accorge d’amare

S’infrange nervosa

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st