Cerca
  • Libereria

SUCCESSO di Alessandro Mazzà

Il grande poeta ha avuto successo.

Lo ha avuto soprattutto da morto.

Il grande poeta ha avuto successo.

Ciò che nel mondo viene pensato come il vero successo.

Il grande poeta ha avuto successo.

Questo successo è fondamentalmente un’isteria degli altri.

Il grande poeta ha avuto successo.

Adesso che è morto non può neanche sapere fino a che punto.

Il grande poeta ha avuto successo.

Eppure è proprio così che diceva e prevedeva: il successo è fondamentalmente un’isteria degli altri.

Il grande poeta ha avuto successo.

Adesso che è morto c’è qualcuno che va a spulciare tra le sue carte.

Il grande poeta ha avuto successo.

Adesso che è morto c’è qualcuno che sarà dotato molto più di ammirazione che di rispetto.

Il grande poeta ha avuto successo.

Gli studiosi curiosi furiosi trovano tra le sue carte cose scritte e poi strappate.

Il grande poeta ha avuto successo.

Gli studiosi curiosi furiosi riattaccano i fogli col nastro adesivo e ricompongono le pagine scartate.

Il grande poeta ha avuto successo.

Gli studiosi curiosi furiosi trovano libri appartenuti a lui e in ultima pagina spesso c’è qualche embrione di verso scritto a matita e poi cancellato.

Il grande poeta ha avuto successo.

Gli studiosi curiosi furiosi si mettono a comparare ufficiali versioni con grafitici embrioni.

Il grande poeta ha avuto successo.

Il grande successo si è già messo in moto e sta lavorando contro di lui.

Il grande poeta ha avuto successo.

Forse era meno peggio il successo da vivi, ma è meglio non dirlo, né adesso lui può dirlo.

Il grande poeta ha avuto successo.

Ma forse il grande successo stava già lavorando contro di lui anche con lui vivo cioè con lui complice.

Il grande poeta ha avuto successo.

E però rimane il fatto che da vivo non aveva molto successo, forse era un complice buono ma non buonissimo.

Il grande poeta ha avuto successo.

Era un grande poeta anche da vivo senza successo?

Il grande poeta ha avuto successo.

Si è grandi anche senza successo o addirittura senza morire?

Il grande poeta ha avuto successo.

Ha mai risposto, da vivo, a domande del genere?

Il grande poeta ha avuto successo.

Quel che faceva era soprattutto lanciare domande.

Il grande poeta ha avuto successo.

Ma il successo purtroppo è dovuto molto più alle risposte che alle domande, purtroppo.

Il grande poeta ha avuto successo.

Da morto lancia ancora domande?

Il grande poeta ha avuto successo.

Scriveva sempre soprattutto una pagina che diceva ossessivamente

“Il grande poeta ha avuto successo”.

Noi l’abbiamo trovata ed eccola qui.

(Nota del curatore: c’era proprio scritto così, “Noi l’abbiamo trovata ed eccola qui”.)

Il grande profeta ha avuto successo.

Ne ha avuto così tanto da meritarsi un finale apocrifo o ne ha avuto così tanto grazie al finale apocrifo?

In questo caso sarei io curatore il profeta.

E il successo è mio. (Come era mio il nastro adesivo.)

Eppure sono vivo. (E ho ancora, seppur minime, spese di cancelleria.)

Questo testo è stato trovato, così come lo riproponiamo, in ultima pagina di un libro appartenuto al grande poeta, con scrittura notturna a matita poi cancellata ma ricostruita con una scansione fotografica mattutina ad alta risoluzione.

54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SUL PRATO DELLA GIOIA di Sandra Iai

Quando inclinando il capo mi sorridi e mi scruti con i ruscelli agli angoli degli occhi la mia vita si inonda di luce Sei il colore dei miei giorni la rugiada sui miei petali le ali dei miei pensieri

NUMERI di Alessandro Mazzà

Ena questo (noi prima e pronti) Dva incontro di questo e di questo (noi eravamo qui) Tri nascita del plurale dal duale (noi abbiamo creato e fuso e moltiplicato) Katvar costruzione del quadrato (noi a

STAGIONI di Alessandra Bloise Diana

Nel bisbiglio del sole, lì, seduto, guardando la vita giocare, a domandarsi dove sia andato tutto il resto di essa. Intuizione di fertilità e di esistenza che si trasmette nella normalità della contin