Cerca
  • Libereria

TRAIETTORIE IMPREVEDIBILI di Luigi Costantino

> Fuori:

luce spenta, nuvole bianche

Dentro: forza travolgente, rinnovata speranza

Tu: seduta al tavolo, impegnata in una routine che mancava da tempo

Lui: come sempre sta zitto

> Che bello vedere il sorriso di tua figlia: vorresti urlare, stavolta di gioia

Quanto ha sofferto... quanto hai sofferto...

adesso ti godi quella sua leggerezza così nuova, così imprevista

ti chiedi se qualcuno saprà risarcirti di quegli anni persi di quegli anni colmi di problemi e incomunicabilità

cominci a fidarti, forse come non hai fatto mai

ora sai che la vita non ha traiettorie prevedibili: proprio quando non te l'aspetti, ti lascia addosso il profumo della rinascita.

33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof