Cerca
  • Libereria

UN DELFINO di Matteo Gentili

Nell'oceano nuoto

Vivendo in branchi

E con gli altri mi sposto

In questa distesa d'acqua

La paura se ne va

Insieme a tutte le navi

La paura ha ragioni

La natura invece no

E la natura ci salva

Da un pericolo reale

L'uomo che comanda

Ma in realtà, subisce

Ed io, condannato all'estinzione

A non poter più vivere

Per i vostri spostamenti

Per la vostra inadeguatezza

Ed io, ora torno a nuotare

Perché non ci sono più navi

Perché non ci sono più detriti

Perché non c'è più petrolio da buttare

Ed io, piccolo ed intelligente

Delfino, mammifero che nuota

Sono simile a voi

Eppure così diverso

Ed io, piccolo delfino

Accolgo questo momento

Perché è solo l'inizio

L'inizio del mio ritorno

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS229 di Alessandro Mazzà

Perché ho in testa una canzone? Non è veramente nella mia testa mi sta dicendo cos’è una testa Cos’è una canzone? È la figlia e la madre della musica e non è una risposta e non è una risposta questa O

SENZA TITOLO di Jans Illusion

Nel mio mondo ormai artefatto Lei non appare mai e si naviga nel tormento.

IL VOLO DEI GABBIANI di Sandra Iai

Strappami dalle grinfie del mondo il volo dei gabbiani dice che hai la forza per farlo Solleva quest'involucro dalla cera che cola da questa pozza di sangue creata dal pensiero Afferra i miei polsi e