Cerca
  • Libereria

UN MONDO DI PANNA E CIOCCOLATO di Majlinda Petraj

Voglio entrare in te

come bambina

perché gli adulti

con mani sporche

hanno lasciato segni sulle pareti.

Con mani distratte

hanno graffiato la vernice

dove avevi dipinto il Sole.

Voglio invitarti a giocare

perché, le troppe ore senza

ti stancano di più.

Voglio mangiare un gelato per due

due gusti, io panna, tu cioccolato,

per farti capire che nella diversità

ho trovato la dolcezza

e nella similitudine, l'amore.

Voglio entrare bambina

per non fingere di essere grande

per posare un attimo la ragione

mi pesa,

sempre con questo senso di gravità.

Voglio godermi la pazzia di essere invincibile.

Di poterti far ridere

di poterti far fare un salto nel mio cuore

e vederti costruire un castello,

decidere di abbandonare il fuori

per stare dentro con me,

dentro una favola.

Dove il Sole non tramonta.

28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st