Cerca
  • Libereria

VITA di Alessandra Muzzini

Mi sento stanca,

svuotata,

come un fiore che sta appassendo lentamente,

ma inesorabilmente.

Sto perdendo i miei colori,

la luminosità,

la brillantezza,

quella morbida sensazione al tocco.

Mi sto seccando,

sto morendo,

nonostante il Sole cerchi di illuminarmi e l’acqua cerchi di bagnarmi.

Sembra tutto inutile.

Solo una questione di tempo.

So bene, però, che le mie radici sono forti e ben piantate nel terreno della vita

e ancora molti occhi hanno bisogno di guardarmi fiorire,

di sentire il mio profumo.

Allora, cerco di succhiare questa linfa con tutte le poche forze rimaste e,

con pazienza e costanza,

tiro di nuovo su il capo, ormai chino.

La bellezza del mio animo non può spegnersi e scomparire.

Non deve.

Vita,

Sono tua.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i