Cerca
  • Libereria

VITA di Alessandra Muzzini

Mi sento stanca,

svuotata,

come un fiore che sta appassendo lentamente,

ma inesorabilmente.

Sto perdendo i miei colori,

la luminosità,

la brillantezza,

quella morbida sensazione al tocco.

Mi sto seccando,

sto morendo,

nonostante il Sole cerchi di illuminarmi e l’acqua cerchi di bagnarmi.

Sembra tutto inutile.

Solo una questione di tempo.

So bene, però, che le mie radici sono forti e ben piantate nel terreno della vita

e ancora molti occhi hanno bisogno di guardarmi fiorire,

di sentire il mio profumo.

Allora, cerco di assorbire questa linfa con tutte le poche forze rimaste e,

con pazienza e costanza,

tiro di nuovo su il capo, ormai chino.

La bellezza del mio animo non può spegnersi e scomparire.

Non deve.

Vita,

Sono tua.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof